mercoledì 7 gennaio 2009

Guilherme, il Nordestino che vuole diventare Romario

http://www.metropolionline.com.br/wp-content/uploads/2008/04/guilherme_cruzeiro250.jpg

BIO
Nome completo: Guilherme Milhomem Gusmão
Nato il: 22 ottobre 1988
Nato a: Imperatriz (Brasile)
Nazionalità: brasiliana
Altezza: 174 cm
Peso: 73 kg
Ruolo: Prima/Seconda punta
Squadra: Cruzeiro (2012)

NORDESTE - Guilherme Milhomem Gusmão nasce ad Imperatriz, nello stato del Maranhão, Nordeste del Brasile, il 22 ottobre 1988. Cresce a pochi chilometri da lì, a Bacabal, con il solo padre Nilson a guidarlo (quando può, dato il signor Gusmão per lavoro guida gli autobus ad Imperatriz ed è poco presente in casa): sua mamma infatti li abbandona quando Guilherme ha appena due anni. Il bambino cresce allora con il pallone tra i piedi, e a quanto pare ci sa fare con la «bola», tanto da attirare le attenzioni del Real Salvador di Bahía, che lo mette sotto contratto nel 2001. Pochi mesi, e nel settembre del 2003 Guilherme fa di nuovo le valigie: addio Maranhão, si va nel Minas Gerais, a Belo Horizonte, per indossare la prestigiosa casacca del Cruzeiro.

MINEIRÃO - Dopo la consueta trafila giovanile con la maglia della «Raposa» arriva la grande occasione: nel gennaio del 2007 c'è la Copa São Paulo Juniores. Il torneo gli offre una grande occasione di mettersi in luce, e lui la sfrutta alla grande: 7 goal, altrettanti assist e «Copinha» vinta in finale ai danni del San Paolo padrone di casa. Immediata, arriva la chiamata di Paulo Autori, tecnico della prima squadra che lo vuole con sé per il Campionato Mineiro. Anche qui, il menino di Bacabal fa meraviglie: segna 4 goal, uno dei quali nella finale d'andata stravinta (5-0 per quelli in maglia celeste) contro gli acerrimi rivali dell'Atletico Mineiro. Nel 2007 c'è anche il Brasilirão, in cui marca 10 reti in 26 partite giocando da spalla di Marcelo Moreno. I tifosi, estasiati, inneggiano al «matador» Guilherme, sempre più idolo del Mineirão, dove, appena due anni prima, faceva il raccattapalle.

BOOM! - Con l'addio di Moreno, attratto dai petroldollari ucraini dello Shakhtar Donetsk, Guilherme si ritrova a fare il centravanti, e per immedesimarsi al meglio nella parte sceglie il numero 11, quello di Romario. È proprio al Baixinho che Guilherme s'ispira: anche lui, a dispetto di un fisico non proprio da granatiere, vuole metter dentro parecchi palloni. A fine stagione saranno 20, 18 (in 32 partite) nel Brasileirão, che lo vede arrivare quinto in classifica marcatori, e 2 (in 8 match) in Copa Libertadores. Grazie ai goal di «Guiga» il Cruzeiro conclude il campionato al terzo posto, guadagnandosi un posto in Libertadores, ma difficilmente Guilherme indosserà la maglia celeste nella massima competizione sudamericana, visto il gran numero di club interessatisi a lui dopo il «boom» di questa stagione.

SCHEDA TECNICA - Destro naturale (ma con il sinistro se la cava ugualmente assai bene) brevilineo (174cm x 73 kg), fisico compatto, rapido nel breve e capace nell'uno-contro-uno e nel colpo di testa, Guilherme può ricoprire svariati ruoli della prima linea: centravanti o seconda punta non fa differenza, e può addirittura giocare da trequartista. vista una visione di gioco superiore alla media. Da seconda punta ha giocato quando ad affiancarlo c'era l'ingombrante Marcelo Moreno, in compagnia del quale Guilherme giostrava qualche metro più lontano dalla porta, decentrato (sinistra o destra non fa differenza) per poter convergere al centro alla ricerca del tiro da fuori oppure servire pregiati assist ai compagni. Quando gioca da prima punta, come spesso capitato in questa stagione, Guilherme perde in creatività (meno assist per i compagni, quindi), ma guadagna moltissimo in fase realizzativa: giocando prevalentemente negli ultimi 16 metri segnare è più facile, soprattutto se si è dotati del suo killer-instict sottoporta, dove non ha difficoltà a metterla dentro con il destro, il sinistro e, a dispetto dell'altezza, anche con la testa.

MERCATO - A Guilherme si sono interessati svariati club europei, tra cui il Palermo, sempre vigile sui giovani talenti brasiliani. Su di lui hanno messo gli occhi anche diverse squadre francesi, Lione in testa, che vede in lui un possibile sostituto di Benzema, ma anche il PSG. Hanno chiesto informazioni anche il Villarreal e, soprattutto, il Real Madrid, che tempo fa ha inviato al Mineirão l'osservatore Miguel Angel Portugal per saperne di più sul ragazzo. Costa 15 milioni, ed è un vero affare.

Antonio Giusto

Fonte: Goal.com

2 commenti:

ENZO ha detto...

Hi! i don´t know how is better writing in your blog, if i can do it in English,French,Spanish...
So by the moment í´m going to write in English.

He is a great player. I´m a fan of Brasilian football, and Brasilian players, specially about "Paulista teams".
I hope so many things of Guilherme.

Brahma ha detto...

E' un gran bel giocatore, lo seguo da un pò di tempo e la scheda è puntuale. E', tra l'altro, uno dei pochi giocatori che sono ancora in Brasile che la Nike sponsorizza. Molto bravi sono stati all'epoca gli agenti di Bahia che lo hanno portato alla Raposa. E' vero: Portugal era al Mineirao 2 mesi fa per vedere lui e Douglas Costa durante la partita Cruzeiro-Gremio. Ce ne sono in parecchi su di lui ma al momento un interesse reale ancora non si è palesato.
Abraço