martedì 3 maggio 2011

Il Punto sulla Lega Pro, girone B: Harakiri Foggia, Zeman fuori dai playoff, per Taranto e Benevento invece sono certi



COS’È SUCCESSO - Il Siracusa riacciuffa il Taranto al 90' con Ignoffo, ma ai rossoblu va bene comunque: i play-off sono ormai certi, lo conferma la matematica. Ed è sempre la scienza dei numeri a far felice la Lucchese, salva dopo il 2-0 sul Lanciano (in rete Grassi e Crocetti). 0-0 tra Barletta e Gela, ma il dominio dei biancorossi è indiscutibile. A Pisa, Obodo pareggia il gol segnato da Ceppitelli in apertura, e Fanucchi completa - su rigore - la rimonta ai danni dell'Andria.

IL TOP - La cura Chiappara funziona, eccome. L'Atletico Roma va a vincere sul campo della Ternana nonostante il calcio di rigore sbagliato da Ciofani, cui rimediano Miglietta e Mazzeo, prima che Tozzi Borsoi regali una minima speranza ai suoi tifosi marcando l'1-2 a tempo ormai praticamente scaduto. Capitolini terzi in classifica.

IL FLOP - Il Foggia di Zeman regala gol, emozioni, e punti agli avversari. A beneficiare dell'inesperienza dei Satanelli è il Benevento, che porta a casa il successo in una partita rocambolesca. Sau porta in vantaggio i suoi, quindi Farias raddoppia, ma Clemente accorcia le distanze dal dischetto in chiusura di primo tempo. Incomincia la ripresa e Farias fa 3-1, cui subito risponde Evacuo, ma l'espulsione di Siniscalchi sembra chiudere la partita, vinta invece dai padroni di casa, che con D'Anna ed Evacuo ribaltano il risultato. Ed emanano i primi verdetti: Foggia fuori dai play-off, e Benevento aritmeticamente secondo in classifica.

LA SORPRESA - Aggrappata con le unghie e con i denti alla categoria, la Cavese si aggiudica uno dei tanti derby campani che il girone offre battendo 2-0 la Juve Stabia. Questo successo consente agli «Aquilotti» di continuare ad inseguire una salvezza ancora possibile: il Foligno (sconfitto 3-1 in casa della Nocerina) dista un punto solo, il Viareggio due, e mancano ancora 180' al termine della stagione regola.

TOH, CHI SI RIVEDE - Il 2-0 della Cavese porta le fime di Camillo Ciano e Vittorio Bernardo. Per il bomber di Marcianise si tratta del primo gol segnato nel 2011, che interrompe un digiuno lungo 16 partite.

LA CHICCA - Al «San Vito» ci si gioca la permanenza in Prima Divisione, e Calamai provvede a far prendere un bello spavento ai padroni di casa del Cosenza. Sotto di un gol all'intervallo, De Rosa butta nella mischia Degano, che risolve la partita con una doppietta. Non ne segnava una da Spezia-Piacenza 3 a 3 del 12 gennaio 2007, in Serie B.

Antonio Giusto

Fonte: Goal.com

1 commento:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Spero che sia l'anno buono per il Benevento che due stagioni fa contro il Crotone perse la B in maniera incredibile, mi sembra una società seria e che già da qualche anno investe tanto per riuscire a salire di categoria...ciao!