martedì 10 maggio 2011

Il Punto sulla Lega Pro, Prima divisione Gir.B - Barletta e Gela conquistano la salvezza matematica



COS’È SUCCESSO - La Juve Stabia passeggia (4-1) su una Lucchese ormai appagata dalla conquista della salvezza, così come il Barletta, che si guadagna la permanenza in Prima Divisione pareggiando 0-0 a Lanciano. Pari anche in Viareggio-Pisa (apre Fanucchi, risponde Fiale), mentre Minesso risolve Andria-Cavese in favore dei padroni di casa.

IL TOP - Con il cuore, il Foligno porta a casa un punto preziosissimo contro il Benevento. Sotto di due gol (Evacuo e Clemente) i «Falchetti» rimontano nello spazio di un minuto con Sciaudone e Coresi. Ed ora, contro la Cavese nell'ultimo turno, avranno a disposizione due risultati su tre per evitare la retrocessione diretta.

IL FLOP - Allo «Zaccheria» vince la noia: 0 a 0 tra Foggia e Taranto, in un derby scosso unicamente dalla traversa centrata da Insigne ed il palo colpito da Farias.

LA SORPRESA - Una Nocerina ormai con la testa alla Serie B cade sul campo del Gela, aritmeticamente salvo con una giornata d'anticipo. Apre Galizia, di testa, e sempre di testa risponde il padrone di casa Scopelliti, mentre Cunzi fissa il risultato sul 2-1 nella ripresa.

TOH, CHI SI RIVEDE - L'Atletico Roma è inarrestabile, da quando in panchina siede Chiappara: 13 gol nelle ultime tre partite, tutte vinte. Grande protagonista del 4-1 rifilato al Cosenza è Daniele Franceschini, autore di una doppietta, che ritrova la via della rete dopo quasi tre anni (l'ultimo gol in Samp-Chievo 1-1 del 21 settembre 2008). Per i capitolini a segno anche Ciofani e Mazzeo, mentre il gol della bandiera per gli ospiti porta la firma di Biancolino.

LA CHICCA - Nicola Mancino, che ha da tempo polverizzato il proprio record stagionale di gol, segna come un centravanti: 5 reti nelle ultime 3 partite, 13 totali in questa stagione. Contro la Ternana arriva un'altra doppietta, cui va dato ampio risalto per via della pregevole fattura della seconda rete. E poco importa che agli aretusei non basti per portare a casa i tre punti (Tozzi Borsoi e Sinigaglia fissano il risultato sul 2-2) perché una stagione incominciata malissimo sta per concludersi con un'agevole salvezza.

Antonio Giusto

Fonte: Goal.com

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Che piacere per Franceschini, un ragazzo splendido!
Antonio come spieghi questa metamorfosi dell'Atletico Roma dopo l'esonero di Incocciati? Solo casualità?
Fammi un tuo pronostico per la finale...ciao!

Antonio Giusto ha detto...

Casualità no di certo. Io credo che la conoscenza dello spogliatoio sia stata fondamentale per Chiappara.

Finale: dico Benevento-Atletico Roma, e forse sarà la volta buona per gli Stregoni.