mercoledì 13 aprile 2011

Il Punto sulla Lega Pro, Prima Divisione Gir. B - Il Taranto delude a Foligno, Juve Stabia, che successo!



COS’È SUCCESSO - Il Taranto, atteso da un intensissimo finale di campionato, lascia due punti sanguinosi a Foligno: finisce 0-0. Di Simone inchioda invece sull'1-1 Andria-Atletico Roma dopo l'iniziale vantaggio ospite con Mazzeo.

IL TOP - Il successo della Juve Stabia, vittoriosa 2-0 contro la Ternana con i gol di Mezavilla e Corona (su rigore) vale doppio, se non triplo: nessun'altra squadra in zona play-off ha portato a casa i tre punti, ed ora la seconda piazza del Benevento è distante solo quattro lunghezze.

IL FLOP - Siracusa e Lanciano, all'inseguimento del quinto posto fino alla scorsa settimana, cadono rispettivamente a Gela (decide Bigazzi) ed in casa contro il Cosenza di Stefano Fiore e Biancolino. E così il Foggia vince e stacca entrambe, a cui per ottenere i play-off serve ormai un miracolo.

LA SORPRESA - Barletta corsaro a Benevento nel posticipo della ventinovesima giornata: una doppietta di Innocenti, inframezzata dalla realizzazione di Clemente, regala agli ospiti tre punti preziosissimi. Questa sconfitta del Benevento, che non perdeva in casa da oltre un anno (Benevento - Pergocrema 0-1, 14 marzo 2010), fa sorridere la Nocerina: con 13 punti di vantaggio a cinque giornate dalla fine del campionato ai «Molossi» (vincenti nel recupero grazie a Petrilli contro la Lucchese) basta mantenere invariato il distacco per festeggiare la promozione in Serie B già domenica prossima.

TOH, CHI SI RIVEDE - Antonio Schetter, capitano della Cavese, regala ai suoi qualche flebile speranza di salvezza andando a segno per la prima volta dal 12 dicembre dello scorso anno contro il Viareggio. Che però pareggia i conti con Fiale nel finale e restituisce l'ultimo posto in graduatoria ai metelliani.

LA CHICCA - Due gol di Insigne, entrambi dal dischetto, ed uno di Sau regalano al Foggia tre punti fondamentali per continuare a sognare i play-off. Contro il Pisa (a segno con Fanucchi) i due frombolieri rossoneri colgono anche l'occasione per ritrovarsi in vetta alla classifica marcatori: 18 gol a testa, 36 in totale, il 58% delle realizzazioni totali dei Satanelli.

Antonio Giusto

Fonte: Goal.com

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Volevo chiederti qual è a tuo parere la squadra favorita per seguire la Nocerina in serie B?
E come giudichi l'operato di Dionigi al Taranto?
Alla sua prima esperienza in panchina mi sembra che stia facendo bene...ciao!

Antonio Giusto ha detto...

Ciao Andrea,
iniziamo da Dionigi. Del Taranto ho visto poco, perché oltre al posticipo del lunedì è difficile vedere un'altra partita intera, e non è certo dagli highlights che si misura l'influenza di un tecnico sul gioco della squadra. Statistiche alla mano, però, posso dirti che da quando l'attuale tecnico del Taranto si è seduto in panchina (era il 9 novembre, due giorni dopo l'1-3 interno rimediato contro il Foligno) i rossoblu sono passati dal settimo ad un ormai stabile quinto posto; nel 2011, inoltre, gli uomini di Dionigi hanno perso una sola partita, contro l'Atletico Roma al rientro in campo dopo la sosta. Da brividi però il finale di campionato, che potrebbe costar caro agli jonici: in trasferta contro Juve Stabia, Foggia e Benevento si rischiano di perdere i punti necessari per agguantare i play-off.

Il discorso relativo alla promozione è sempre complicato, soprattutto se è il Benevento ad essere favorito in virtù di un secondo posto pressoché certo. Spesso, in questi ultimi anni, gli stregoni hanno mancato l'appuntamento con la prima promozione in B della loro ultraottuagenaria storia: per questo motivo, mi sentirei di aprire uno spiraglio alla Juve Stabia e soprattutto allo spumeggiante Foggia di Zeman. Negli scontri diretti i Satanelli vantano un bilancio positivo nei confronti di tutte le maggiori indiziate a disputare i play-off, Taranto escluso, ma la sensazione è che se i rossoneri riusciranno ad accedere alla postseason sarà proprio il Taranto a fargli posto.