domenica 31 agosto 2008

Serie A: 1ª giornata

Ecco tutti i risultati commentati e gli highlights della prima giornata di Serie A di Sky:

Udinese - Palermo 3-1 Download Video Gol: Di Natale, Di Natale, Bresciano, Inler

Un Di Natale in formato deluxe è l’uomo-partita contro il Palermo, ma non va sottovalutata la gran prova dell’intero undici friulano: a centrocampo D’Agostino fa girare bene la squadra, Inler è addirittura monumentale, in attacco Quagliarella e Pepe (che costringe il «Niño Maravilla» Alexis Sanchez in panchina) dialogano alla grande con Totò Di Natale. La difesa invece non corre grandi rischi anche a causa della giornata storta di Cavani, che sotto porta non ne combina una giusta. Dopo i due capolavori del numero 10 bianconero infatti la timida reazione palermitana porta la firma di Bresciano, che insacca di punta un pallone sporco. Dopo due minuti arriva il 3-1 di Inler, autore di una partita da incorniciare. A risultato acquisito l’Udinese preferisce non infierire sul Palermo, ancora a corto di amalgama (che Zamparini, purtroppo per lui, non può acquistare) soprattutto in difesa, dove l’intesa tra Amelia ed i difensori rasenta lo zero.

Sampdoria - Inter 1-1 Download Video Gol: Ibrahimovic, Del Vecchio

La prima dello «Special One» in campionato si conclude con un pari. Il risultato non è quanto si aspettava la tifoseria nerazzurra, ma è sicuramente la miglior espressione numerica di quanto fatto vedere dalle due squadra. L’Inter di Mourinho, decimata e stravolta (con Cambiasso arretrato al centro della difesa a fare il regista si è trovato Stankovic, non esattamente il giocatore più adatto a ricoprire tale posizione) dagli infortuni è riuscita comunque a portarsi in vantaggio con Ibrahimović, autore di un gol da attaccante vero dopo una magnifica combinazione con Mancini. La squadra nerazzurra è però calata con il passare dei minuti, lasciando l’iniziativa alla Samp di Mazzarri nella ripresa, e dopo l’ingresso di Padalino (57’) ai blucerchiati sono bastati pochi minuti per trovare il meritato pari con Gennaro Delvecchio, che dopo essersi liberato di Materazzi (questo il suo unico errore dell’incontro) infila Julio Cesar con una zampata di destro. Dopo l’1-1 Mourinho sbilancia la squadra in avanti con gli inserimenti di Balotelli, Crespo e Jimenez, ma la Samp si difende bene e riesce a portare a casa un preziosissimo punto.

Atalanta - Siena 1-0 Download Video Gol: Padoin

I problemi in fase difensiva del Siena erano ben noti a tutti, e l’Atalanta li ha evidenziati con facilità. Sul gol di Padoin infatti Ficagna e Portanova sono colpevoli di una disattenzione clamorosa, che lascia l’ex vicentino libero di concludere alla perfezione una grande azione costruita da Doni e Ferreira Pinto sulla destra. Il Siena dovrebbe reagire, ma i bianconeri non sono capaci di andare oltre il lancio lungo per le punte, che non crea problemi alla difesa atalantina. Nella ripresa Maccarone perde la testa facendosi espellere, ed un Siena già impotente in undici contro undici è costretto ad alzare bandiera bianca.

Cagliari - Lazio 1-4 Download Video Gol: Larrivey, Zarate, Zarate, Foggia, Pandev

«Zarate può essere una sorpresa», scrivevo nella pluricitata presentazione del campionato. Anche in questo caso, la prima giornata mi ha dato ragione. Dopo il gol di Larrivey (l’anno scorso ci mise 38 giornate per sbloccarsi, quest’anno in gol alla prima, che si sia finalmente ambientato?) che sembra ribadire che il Sant’Elia è inespugnabile, ma un erroraccio di Lopez cambia completamente la partita: fuori il difensori uruguagio, Zarate sul dischetto per il possibile 1-1, che l’argentino non fallisce. Ed è sempre Zarate a ribaltare il risultato battendo Marchetti con un gran pallonetto. Pasquale Foggia (fischiatissimo dai suoi ex tifosi) e Goran Pandev completano poi l’opera, fissando sull’1-4 il risultato.

Catania - Genoa 1-0 Download Video Gol: Mascara

Al Massimino si affrontavano due squadre profondamente rinnovate in sede di mercato, ma il gran caldo ha impedito ad entrambe di esprimersi sui propri livelli. Il Catania comunque gioca meglio, ma il primo tempo si conclude a reti bianche con la complicità del Genoa, che in attacco si rende poco pericoloso a causa dell’assenza di un centravanti, ruolo che Olivera sembra essere buono a ricoprire solo contro squadra da precampionato. Nella ripresa serve un quarto d’ora a Mascara per marcare l’1-0 che sarà poi il risultato finale.

Chievo - Reggina 2-1 Download Video Gol: Corradi, Marcolini, Italiano

Nella prima frazione il Chievo è l’unica squadra a rendersi pericolosa in avanti, con Campagnolo che risulta il migliore dei suoi facendosi sempre trovare pronto sulle conclusioni dei clivensi. Nella ripresa – o, per meglio dire, negli ultimi venti minuti – si sveglia anche la Reggina, che al 72’ guadagna e trasforma un rigore con Corradi. Risponde immediatamente Marcolini dal dischetto, fissando il risultato sull’1-1, che persiste sino a due minuti dal termine, quando Italiano beffa Campagnolo (fin lì il migliore tra i suoi) con un destro da fuori area.

Milan - Bologna 1-2 Download Video Gol: Di Vaio, Ambrosini, Valiani

«Fosse arrivata la prima punta di peso che tanto serviva a questo Milan, adesso i rossoneri sarebbero i principali candidati per la vittoria finale dello scudetto», scrivevo nella presentazione del campionato. A giudicare da quanto visto contro il Bologna, avevo ragione. Il Milan ha creato tanto, tantissimo, con Ronaldinho (autore comunque di un’ottima partita), ma tra Inzaghi, Shevchenko («Attenzione a Shevchenko: può essere un Ronaldo-bis», scrivevo sempre nella presentazione del campionato) e Pato, l’unico in grado di buttarla dentro su invito del dentone è stato Ambrosiani, uno che secondo Galliani andrebbe provato al centro della difesa. Ecco, la difesa, vero punto debole del Milan: contro il Bologna al centro c’erano un 40enne - si chiamerà anche Paolo Maldini, ma è pur sempre un 40enne - ed un Kaladze che sta attraversando una pessima fase della carriera contraddistinta da pericolose dormite in momenti caldi del match. Grazie alle debolezze difensive dei rossoneri Di Vaio ha messo a segno lo 0-1, a cui ha poi risposto il già citato Ambrosini con un gran colpo di testa su cross di Ronaldinho. Il Bologna però difende bene, a differenza del Milan, e trova il 2-1 con Valiani. Dopodichè il Milan si getta in avanti, ma dopo 80 minuti di gara il 31 agosto non si può fare molto, e così il Bologna strappa tre preziosissimi punti ad un Milan che ricorda tanto il Real di Florentino Perez: tante star in avanti ma difesa non all’altezza, però il Real puntava anche sui «Pavones», il Milan i suoi (Sammarco, Pozzi, Abate) li ha regalati in giro per l’Italia.

Roma - Napoli 1-1 Download Video Gol: Aquilani, Hamsik

Aquilani in panchina è un peccato mortale, che Spalletti non commette a causa dell’infortunio di Totti e dell’inesperienza di Menez: con loro pronti già dal primo minuto il centrocampista di Montesacro si sarebbe dovuto accomodare in panchina. Aquilani, conscio della situazione, capisce che non bisogna certo lasciarsi scappare tali occasioni, e con la collaborazione di De Rossi, che gli serve un gran pallone al limite dell’area, segna l’1-0. Dopo il gol della Roma il ritmo cala: fa troppo caldoper giocare a pallone, figurarsi per provare ad emulare il pirotecnico 4-4 della scorsa stagione. Nella ripresa il Napoli parte meglio, ma al 9’ il rosso sventolato in faccia a Santacroce da Rizzoli sembra chiudere la partita. Non è così, anzi il Napoli impiega solo un minuto per pareggiare i conti con Hamsik, caparbio a raccogliere la respinta della traversa e ad insaccare il pallone nella porta vuota in acrobazia. La Roma torna in avanti, ma Lavezzi in contropiede mette paura a Doni per ben due volte, e Menez non è da meno. La freddezza sotto porta dei due è però inversamente proporzionale alla loro straordinaria classe, e così l’incontro si chiude con un 1-1 tutto sommato giusto.

Torino - Lecce 3-0 Download Video Gol: Rosina, Zanetti, Bianchi

Il rinnovato Toro miete la prima vittima di quella che si preannuncia come una stagione di grandi soddisfazioni per i tifosi granata, che finalmente vedranno la propria squadra impegnata a lottare per qualcosa in più della salvezza. Contro il Lecce la squadra parte bene, ma ai granata serve l’aiuto della Dea Bendata per avere la meglio sul Lecce: prima un insidiosissimo corner dalla destra di Antunes va a schiantarsi sul palo (19’), poi un – inspiegabile – intervento da pallanuotista di Diamoutene causa un rigore che Rosina trasforma con freddezza. Ancora fortuna per il Toro: un sinistro di Amoroso, destinato nelle mani di Benussi, trova sulla sua traiettoria Paolo Zanetti, la cui – involontaria – deviazione porta il Toro sul 2-0. Ci pensa la traversa (anche qui c’è lo zampino della Dea Bendata) a lasciare Sereni imbattuto: il potentissimo destro di Caserta dai 20 metri va a colpire la traversa. Nella ripresa arriva anche il 3-0 ad opera di Rolando Bianchi.

Fiorentina - Juventus 1-1 Download Video Gol: Nedved, Gilardino

Gilardino è tornato: stop di petto, virata e destro imparabile per Buffon. Nessuna sorpresa per il sottoscritto, che nell’ormai “solita” presentazione della Serie A annunciava che «Gilardino sarà la prima punta da 20 gol a stagione che ai viola manca dal «sì» di Toni al Bayern». La rete dell’ex stella del Parma arriva però all’89’, dopo una partita non bellissima che aveva visto la Juve portarsi in vantaggio al 39’ con un gol «made in Czech»: discesa di Grygera sulla destra e cross basso per Nedved che infila il pallone in rete da pochi passi. Prima della fine della prima frazione c’è il tempo per due occasioni bianconere, ma né Amauri né Del Piero riescono a superare Frey. Nella ripresa la Fiorentina attacca con convinzione, ma non riesce a mettere paura alla Juve, e quando Felipe Melo viene espulso all’83’ sembra calare il sipario sul match. Ed invece a pochi minuti dal termine Pazzini spizza di testa un pallone al limite dell’area su cui si avventa Gilardino, che lo controlla di petto, si gira in fazzoletto irridendo Mellberg e segna il gol dell’1-1. Amauri ci prova al 92’, ma Frey è reattivo e la Fiorentina porta a casa un pari che per Prandelli vale quanto una vittoria.

Scritto da Antonio Giusto

Fonte: RecontraGolazo

Tutti i gol della prima giornata in un file: Download Video


4 commenti:

kurbjuweit ha detto...

Semplicemente S-T-R-E-P-I-T-O-S-I i due gol di Antonio Di Natale dell'Udinese.

Uno come lui a Wolfsburg avrebbe fatto molto ma molto comodo...ma chiaramente l'Udinese se l'è tenuto uno dei suoi migliori elementi.

Antonio Giusto ha detto...

Grandi gol, ma ancor più grande l'autore, proprio ora sto scrivendo un pezzo su di lui.

cespo ha detto...

ciao antonio, vengo dal blog di valentino a leggere un po' anche della bistrattata serie A. Io capisco che in italia (in ogni campo) crediamo di essere i migliori, ma adesso sembra che liga, premier, fra un po' la bundesfiga (come non chiamarla così?? Tolte due squadre, e non il bayern, mi addormento..) ci danno kilometri. D'accordo che manca la grana, che ormia i cavalli son di ritorno e quelli di razza ne arrivano 1 2 all'anno, ma siamo messi così male???
Partiamo dall'aspetto del tecnico. Io credo che come parco allenatori siamo ancora i migliori. Certo, tranne poche eccezioni (Capello, Ranieri) facciamo fatica ad esprimerci al meglio all'estero, però credo che tecnici come Spalletti in primis, ma anche Mazzarri, Novellino, Marino, Beretta, siano una risorsa incredibile del calcio italiano.
A livello di continuità di gioco e risultati io sono arciconvinto che l'inter l'anno scorso avrebbe vinto la liga (ipoteticamente ovvio) e molto probabilmente anche la Roma (che tra l'altro ha cacciato fuori in scioltezza il real), mentre più difficilmente avrebbero fatto bene in premier.
Non è il più bello, ma sicuramente la seri A è il campionato più difficile. In premier tolte le prime di altissimo livello 6-7 squadre (man U, chealsea, arsenal, liverpool, tottenham, man city ora e dai mettiamo il bistrattato newcastle) ci troviamo formazioni di bassa caratura o nella media come in italia.. La famosa classe media della liga, è davvero così incredibile da imbarazzare le nostre "borghesi" italiane?? Siamo sicuri che la samp sia tanto peggio di un depor, o un udinese di un athletic? Mi sembra che si denigri troppo la nostra serie... scusa la lunghezza e la pesantezza del post!

Antonio Giusto ha detto...

per Cespo: la Samp, a differenza del Depor, può permettersi di schierare un fuoriclasse come Cassano, mentre il paragone tra l'Udinese e l'Athletic non regge: la prima è una multinazionale di giovani talenti pescati in giro per il mondo, la seconda è invece "limitata" dalle proprie tradizioni. Per il resto, concordo su tutto (tranne che sul Newcastle: è sempre una potenziale insidia per le big e poi si trova puntualmente a metà classifica).

P.S.: Spero di rileggerti presto sul mio blog. ;)