lunedì 24 agosto 2009

Serie A: 1ª giornata



Bentornato campionato! La Serie A riparte, con le consuete sorprese. Su tutte, spicca l’X di San Siro, dove un Bari privo di Barreto e Meggiorini riesce ad imporre il pareggio all’Inter (a segno Eto’o dal dischetto), poco concreta sotto porta e distratta dietro. Nel finale Rivas (quello biancorosso) ha l’occasione della vita, ma – per fortuna di Mourinho – non la sfrutta a dovere. Si consolino gli interisti scaramantici: nelle scorse due stagioni la Beneamata ha iniziato con altrettanti 1-1, finendo poi per festeggiare lo scudetto.

Spettacolo a Marassi, ma non è una novità quando c’è di scena il Genoa di Gasperini. E se l’avversario veste giallorosso e si chiama Roma le emozioni sono assicurate. Il primo tempo termina 0-0, ma nella ripresa le squadre regalano cinque gol e tanta adrenalina agli spettatori: Crìscito, Taddei, Totti. Poi la magistrale punizione di Zapater e quindi il 3-2 di Biava. Gli uomini sono in gran parte cambiati, ma il Genoa è rimasto lo stesso.

Le altre due big portano a casa bottino pieno, con il minimo scarto. Il Milan s’impone a Siena con un doppio Pato, bravo a sfruttare le invenzioni di Ronaldinho, statico ma efficace. Juventus di misura sul Chievo: Diego (magistrale) pennella, Iaquinta che insacca.

Siciliane: vince il Palermo, ma il Napoli domina. Cavani e Miccoli assicurano i tre punti a Zenga, la cui ex squadra, il Catania, soccombe all’ultimo contro la Sampdoria: Gastaldello di testa fissa il risultato sul 2-1 per gli ospiti, inizialmente in vantaggio con Pazzini (invenzione di Cassano, of course), poi raggiunti da Morimoto.

La Lazio continua mietere vittime dopo i successi di coppa contro Inter ed Elfsborg. Stavolta tocca all’Atalanta di un Acquafresca in giornata pessima (eufemismo). Agli uomini di Ballardini basta la zampata di Rocchi al 22’ per guadagnare i tre punti.

Neopromosse: scialbo 0-0 per il Livorno, impegnato in casa contro il Cagliari (Diamanti sugli scudi). Pari con gol per il Parma, di scena al Friuli: Di Natale pareggia per due volte, prima al gol di Paloschi e poi a quello di Alessandro Lucarelli.

Nel match inaugurale, il Bologna di un ottimo Osvaldo (era ora che il ragazzo facesse vedere di cos’è capace!) blocca la Fiorentina. Provvidenziale l’ingresso di Mutu tra i viola, con il romeno in gol al 64’ per l’1-1.

1 commento:

areadegol ha detto...

La Lazio ha empezado muy fuerte con la consecución de la supercoppa, la goleada al Elfsborg y empieza ganando, creo que si son regulares pueden llegar muy lejos.

Saludos!