mercoledì 21 maggio 2008

La Nazionale di Donadoni

Il commissario tecnico della Nazionale, Roberto Donadoni. Ap

Ieri il C.T. Donadoni ha diramato la lista dei pre-convocati per Euro 2008. Si tratta di 24 giocatori (uno verrà rimandato a casa), quattro in meno dei 28 che ci si attendeva. Lo zoccolo duro è quello del Mondiale tedesco, con ben 14 campioni del mondo. Per quanto riguardava i due portieri era tutto già scritto, con l’unica incognita del terzo, che sarà De Sanctis. La difesa è priva di Oddo, che paga una stagione con qualche problema fisico di troppo, come ammesso da Donadoni. Il centrocampo è quello che tutti si aspettavano, con un’aggiunta: Riccardo Montolivo. Il 23enne centrocampista fiorentino non si aspettava la chiamata per l’Europeo, giunta dopo appena una presenza in azzurro, ma la meritava certamente, visto il superbo campionato appena terminato. In attacco due assenti che sarebbero stati utilissimi alla squadra: Inzaghi, escluso per scelta tecnica, e Iaquinta, infortunato. Presenti invece Del Piero e Cassano, entrambi straordinari nel riconquistare la fiducia del C.T. Ecco i convocati:
Portieri: Buffon, Amelia, De Sanctis
Difensori: Barzagli, Cannavaro, Chiellini, Grosso, Materazzi, Panucci, Zambrotta.
Centrocampisti: Ambrosini, Gattuso, Aquilani, Camoranesi, De Rossi, Perrotta, Montolivo e Pirlo
Attaccanti: Toni, Borriello, Del Piero, Di Natale, Quagliarella, Cassano.


Porta L’indiscusso “numero 1” sarà ovviamente Gigi Buffon, il miglior portiere del mondo, certo, ma la sua schiena non è al livello della sua abilità tra i pali. Per questo Marco Amelia, non propriamente meritevole dell’opportunità concessagli visto il mediocre campionato sua e del Livorno, dovrà stare sempre “sull’attenti”. Il terzo portiere sarà De Sanctis, riserva di Palop a Siviglia ma in grado di vincere il ballottaggio con l’ottimo Sereni e con Toldo, la cui esperienza avrebbe fatto bene al gruppo.

Difesa Sette nomi, una sola certezza: Fabio Cannavaro. Il capitano è l’unico sicuro di partire titolare, dato che degli altri sei nessuno è certo, per un motivo o per l’altro, della titolarità. Materazzi, che due anni fa formò una coppia insuperabile con Cannavaro, ha subito un crollo verticale dopo l’infortunio rimediato contro l’Ungheria ad agosto, e in corsa per sostituirlo ci sono Barzagli – che ha già provato questa emozione contro l’Ucraina nei quarti di finale dello scorso mondiale – e Chiellini, inesperto a livello internazionale ma vera e propria rivelazione al centro della difesa juventina. Sulle fasce, poi, regna l’incertezza: Zambrotta, bene o male, dovrebbe essere titolare. A destra o sinistra si deciderà in base al rendimento di Panucci (che potrebbe anche entrare in corsa per la sostituzione di Materazzi, nel caso in cui l’interista confermi il calo di rendimento avuto in campionato) e Grosso.

Centrocampo Il trio di centrocampisti dovrebbe essere composto da Pirlo, Camoranesi e uno tra De Rossi e Gattuso, con il romanista in vantaggio su “Ringhio”. Non è da escludere, inoltre, l’ipotesi 4-2-3-1, che disporrebbe in tal modo il centrocampo: Pirlo e De Rossi (o Gattuso) dietro al trio composto, da destra verso sinistra, da Camoranesi, Aquilani (provato in questa posizione da Spalletti nella Roma) e Di Natale o Perrotta. Ambrosini è un rincalzo prezioso, Montolivo quello che potrebbe essere epurato dal gruppo.

Attacco Come in difesa, una sola certezza: Luca Toni, 39 gol in 46 partite quest’anno con maglia del Bayern Monaco. La Scarpa d’oro 2006 potrebbe giocare al centro dell’attacco con Quagliarella e Di Natale ai lati, come fatto durante le qualificazioni, anche se non è da escludere la presenza di Cassano al posto di Quagliarella, dato che il barese non ha posto paletti per quanto concerne la sua posizione in campo, come ha invece fatto Del Piero, che fece presente al cittì che lui l’esterno non lo faceva. Lo juventino, quindi, potrebbe trovare spazio solo in caso di coppia in attacco, che comporterebbe l’utilizzo di un 4-4-2 che l’Italia non può proporre a causa dell’assenza in squadra di un esterno sinistro di centrocampo di valore. Borriello (ultimamente apparso già con la testa agli Europei) sarà la riserva di Toni.

5 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Convocazioni nel complesso giuste, l'unico neo tra i portieri: Sereni meritava ampiamente la convocazione, anche come terzo. Giusto non chiamare Inzaghi, che si è svegliato solo nell'ultimo mese: basta con gli attaccanti che segnano solo a un metro dalla porta spalancata!...ciao!

Antonio Giusto ha detto...

Ciao Andrea,
innanzitutto non posso darti ragione su Inzaghi: gli attaccanti che segnano ad un metro dalla porta sono i più utili: una giocata buona sottoporta e zac!, la palla è in rete. Secondo me l'avremmo dovuto portare al posto di Borriello, che secondo me sarà un Bianchi2 (anche se non glielo auguro di certo) e che sembra aver già giocato il proprio jolly in campionato col Genoa. Se dovesse smentirmi, comunque, sarei il primo a gioirne.
Poi Sereni l'avrei visto meglio come secondo che terzo, dato che, almeno nella stagione appena terminata, non c'è stato paragone tra il rendimento suo e quello di Amelia.
Infine io avrei portato uno tra Maggio e Oddo: un altro cursore di fascia serve, meglio ancora se abile a crossare come il milanista, dato che gli unici palloni utili per la testa di Toni potrebbe metterli al centro solo Camoranesi.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Ovviamente su Inzaghi la penso diversamente:-)...credo che sia stato giusto convocare Borriello per quel che ha dimostrato fino a un mese fa...d'accordissimo su Sereni ( come secondo o terzo poco importa ),assurdo chiamare De Sanctis che a Siviglia ha sempre fatto panchina,Maggio credo che sarà convocato dopo gli Europei, per Oddo mi pare di aver capito che la scelta sia stata dovuta al fatto che in questa stagione ha avuto parecchi problemi fisici...ciao!

Antonio Giusto ha detto...

Per quanto riguarda Inzaghi (e gli attaccanti del suo stampo) ci sono due scuole di pensiero: chi lo vorrebbe sempre perché come me ne elogia le enormi capacità realizzative e chi, come te, ne critica lo scarso apporto alla manovra della squadra.
Su Maggio (giocatore che adoro) la penso come te: dopo gli Europei deve entrare nel giro azzurro.

GaSan ha detto...

Maggio e Gamberini meritavano gli europei secondo me...Montolivo merita di restare, Aquilani no perchè e reduce da un infortunio..Inzaghi meritava perchè è appena entrato in forma e a giugno sarebbe stato utile ma in avanti non c'è posto...un saluto...
visitate mondocalcio86@blogspot.com