giovedì 9 settembre 2010

Guida post-mercato alla Serie A 2010/11: la Sampdoria

SAMPDORIA
GIUDIZIO MERCATO
GIUDIZIO SQUADRA

ARRIVI: Curci (P), Da Costa (P), Volta (D), Zauri (D), Guberti (C), Dessena (C), Koman (C), Foti (A), Marilungo (A)
PARTENZE: Castellazzi (P), Guardalben (P), Storari (P), Rossi (D), Stankevicius (D), Franceschini (C), Soriano (C)



La campagna estiva ha influito più sull'organigramma societario che sulla formazione titolare, rimasta pressoché invariata. Di nuovo, sulla sponda blucerchiata di Genova, ci sono il diggì Sergio Gasparin e l'allenatore Mimmo di Carlo, sostituti rispettivamente di Marotta e Delneri, trasferitisi alla Juventus con l'obiettivo di risollevare le sorti della Vecchia Signora. In campo, l'unica novità è rappresentata dalla presenza di Curci tra i pali, mentre il nuovo allenatore pare intenzionato a riproporre il fruttuoso centrocampo a rombo utilizzato con successo nel periodo clivense. Tra le virtù di una Sampdoria tristemente estromessa dalla Champions League nonostante una splendida partita di ritorno, da sottolineare il consueto ricorso alla linea verde: Koman, Rossini, Volta e Marilungo hanno fatto ritorno alla base, e c'è da star sicuri che si guadagneranno la fiducia di mister Di Carlo. In uscita, rivoluzione tra i pali: via Storari, Castellazzi e Guardalben, rimpiazzati da Curci, Da Costa e Fiorillo. Ceduto in chiusura di mercato Stankevicius, in prestito al Valencia.

PIACE - L'affiatamento della squadra. Una rosa rimasta sostanzialmente invariata impiegherà poco tempo per metabolizzare il nuovo assetto tattico. I pezzi da novanta sono rimasti, ed è stato riconfermato anche chi la scorsa stagione ha contribuito in maniera decisiva al raggiungimento del quarto posto pur non essendo di proprietà della Samp (Guberti, Zauri, Pozzi). Senza dimenticare i giovani che hanno fatto ritorno all'ovile, tutti candidati a seguire le orme di Poli.

NON PIACE - L'avvicendamento tra i pali potrebbe creare qualche apprensione alla difesa. Partiti Storari e Castellazzi, andati a rinforzare Juventus ed Inter, per sostituirli si è scelto di puntare su Curci: dopo aver sfiorato l'azzurro negli anni romanisti, si è ritrovato ad imbarcare 57 gol nell'ultima stagione trascorsa a Siena.

10/11 vs 09/10 - Sul rettangolo di gioco l'unica novità rispetto alla passata stagione è la già discussa presenza di Curci tra i pali, mentre la presenza di Di Carlo in panchina va ad influire sullo schieramento tattico: il 4-4-2 rimane, ma col centrocampo a rombo e non più in linea.

IL COLPO - L'unico, vero acquisto è stato quello di Gianluca Curci tra i pali. Per il resto, tanti rientri ed altrettante riconferme: su tutte quelle di Cassano, Palombo e Pazzini. E se per i primi due si prospetta un finale di carriera in maglia blucerchiata, lo scintillante centravanti ammirato in Europa faceva gola a molti. Nonostante l'eliminazione dalla Champions League è stato trattenuto: è lui il vero colpo della Samp.

LA SORPRESA - Reduce da una positivissima stagione in cadetteria, Massimo Volta è pronto a ripetersi nella massima serie in maglia blucerchiata. Appena svestito il bianconero del Cesena, si è subito trovato protagonista in Champions League con la Sampdoria: la titolarità contro il Werder Brema, seppure come terzino destro, è sintomo della grande fiducia riposta in lui da Di Carlo. Se la vedrà con il più esperto Zauri.

AMBIZIONI - Ripetere il quarto posto della scorsa stagione sarà arduo, ma non impossibile. Cassano, Pazzini e Palombo sono sempre lì, e la novità rappresentata dall'avvento in panchina di Mimmo Di Carlo è intrigante. L'incognita è rappresentata dal doppio fronte su cui saranno impegnati i blucerchiati: l'Europa League succhia un mare di energie, ma non va snobbata.

Antonio Giusto

Fonte: Goal.com

2 commenti:

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Condivido anche le virgole...ciao!

StreamBoy ha detto...

Salve, complimenti per il blog, vorrei chiederti uno scambio link con il mio blog:

http://mondo-calcio-streaming.blogspot.com/